All’età di soli 35 anni, è morto Mark Salling, uno dei protagonisti della serie tv Glee(2009-2015), nel ruolo di Noah “Puck” Puckerman.

Salling è stato trovato morto in un campo da baseball in California: i media americani parlano di suicidio, ma le cause della morte non sono ancora state dichiarate ufficialmente.

L’attore era in attesa della sentenza definitiva – prevista per inizio marzo – che gli avrebbe procurato tra i 4 e i 7 anni di carcere, in quanto nel 2015 era stato scoperto in possesso di materiale pedopornografico. Era stato anche coinvolto in un caso di stupro, di cui era stato accusato, e di violenza fisica a una donna.

Salling è già il secondo attore di Glee a morire prematuramente: nel 2013, infatti, Cory Monteith, che interpretava il ruolo del protagonista Finn Hudson, morì a soli 31 anni a causa di un mix di droghe e alcool.