Sembra che Laura Pausini non ami molto sorvolare sulle critiche, anzi, preferisce affrontarle anche pubblicamente quando ne sente il bisogno.

Tutto è iniziato durante i Wind Music Awards, andati in onda il 5 Giugno su Rai 1, a cui ha partecipato anche la cantante, che si è esibita con due singoli tratti dal suo ultimo album Fatti Sentire.

Il conduttore di Tv TalkMassimo Bernardini, ha deciso di commentare l’esibizione della Pausini su Twitter, ed ha scritto

“Adoro Laura Pausini, la stimo come musicista e cantante, ma la sua ansia di sembrare up to date a tutti i costi a metà dei quaranta mi delude. È tempo di maturità, di dischi importanti senza compromessi, di cover immortaliamo. Basta ammiccamenti, sei una signora”

Dura e immediata la risposta dell’artista, rimasta delusa dall’intervento

“Che vergogna leggere una frase del genere da un uomo. Io sono così Massimo. Lo sono in casa come un tv. Canto frasi leggere come più profonde e mature. Mi vesto come una donna di qualsiasi età deve fare, perché è libera di farlo. Senza ammiccamenti. Trovo ingiusto questo commento”

La discussione però è proseguita, con Bernardini che ha replicato

“Che vergogna? Da un uomo? Ho sempre ascoltato la tua musica e seguito i tuoi concerti, il mio è un ragionamento critico a caldo mosso da profonda stima. Credo tu debba al tuo talento e al tuo pubblico di più. Parlo di ammiccamenti artistici, di repertorio. Di vestiti non so nulla”

Laura ha nuovamente controbattuto

“Nel mio repertorio ci sono anche canzoni di grande classe e con messaggi che non ammiccano a nulla, ma cercano un invito alla riflessione. Sei stato leggero a scrivere queste parole pubblicamente visto che ci conosciamo e sai bene che i social portano polemiche. Ascolta il disco.Hai visto Massimo che cattiverie mi ha scatenato ingiustamente il tuo bellissimo commento? Credo che queste cose una come me non dovrebbe leggerle mai. Feriscono”

Il conduttore si è trovato a quel punto costretto a fare un passo indietro a causa della diffusione delle sue parole sul web.

Molti giornalisti però, sempre sui social, si son trovati d’accordo con Bernardini e, anzi, hanno rimproverato la Pausini di non saper accettare le critiche ben strutturate.