«Vedere l’intervista a Jimmy Bennett? Mi ha fatto arrabbiare un pò ma mi ha fatto soprattutto pena. Perché i suoi occhi erano vitrei e non c’era nessuna espressione sul suo volto. L’ho visto come un bambino che poi non è riuscito a proseguire la sua carriera, un’anima persa?». «Sono rimasta pietrificata, mi ha assalita e abbiamo avuto un rapporto senza preservativo durato due minuti e mezzo. Ho provato le stesse sensazioni di quando mi stuprò Weinstein».
«Voglio tornare a X Factor e riappropriarmi della mia vita e del mio lavoro. I miei figli sono fieri di me e l’Italia mi vuole: non ho fatto nulla di quello di cui sono stata accusata».«Sono stati male quando sono stata chiamata pedofila: ho dovuto mandare il piccolo a vivere dal padre in America per evitare che venisse bullizzato».

Così Asia Argento, ospite di Massimo Giletti a Non è l’Arena, ha replicato all’intervista di Jimmy Bennett andata in onda domenica scorsa, ribadendo la sua totale innocenza.
Nessuno stupro da parte sua, rimarca la Argento, bensì un vero e proprio assalto dall’allora 17enne, che ha pubblicamente accusato Asia di violenze. La telenovela prosegue, intervista dopo intervista, con Sky costretta a decidere entro poche settimane. Perché i live sono dietro l’angolo. Argento o non Argento, questo è il dilemma.