Nessuna cancellazione dal palinsesto, come scritto da Dagospia, bensì un semplice ripensamento nei confronti della giuria.
Secondo quanto riportato dall’ANSA, che cita fonti interne RAI, The Voice of Italy è ancora vivo e cammina in mezzo a noi.
Fabrizio Salini, AD Rai, non avrebbe cestinato il talent, in partenza il prossimo 16 aprile, ma avrebbe chiesto un altro giudice rispetto all’annunciato Sfera Ebbasta, per i testi delle sue canzoni poco vicine al servizio pubblico e per non aver fornito chiarimenti ai parenti delle vittime dopo la strage di Corinaldo.
Insomma, tolto il rapper, TVOI può continuare ad esistere.
Facciamo che togliamo anche la Lamborghini e Pequeno, già che ci stiamo?

Condividi su: