Luke Perry non ce l’ha fatta. L’icona della televisione mondiale, arrivato alla fama col telefilm “Beverly Hills, 90210”, è morto in seguito al devastante ictus che lo ha colpito all’improvviso qualche giorno fa. L’attore si è spento al St. Joseph Hospital di Burbank, a Los Angeles. Se ne è andato circondato dall’amore dei suoi figli, Jack e Sophie, della fidanzata Wendy Madison Bauer, dell’ex moglie Minnie Sharp, della madre e del , dal fratello Tom, la sorella Amy e gli amici più cari. Il Dylan di Beverly Hills era ricoverato da cinque giorni, i medici lo avevano sedato nella speranza di dare al suo cervello la possibilità di lottare e riprendersi dal violento colpo, ma il danno era evidentemente già troppo esteso.

Perry ha avuto una brillante carriera in televisione e al cinema. Dopo Beverly Hills la sua popolarità è letteralmente esplosa. Comparirà nel prossimo film in uscita di Quentin Tarantino dedicato a Charles Manson e intitolato “Once upon a time in Hollywood”.Nella mitica serie “Beverly Hills” ha interpretato il ruolo del bel tenebroso Dylan, facendo innamorare milioni di fan nel mondo. Ha avuto ruoli importanti anche in altre serie famose, come “”Oz” e “Body of proof”. Era da poco stato annunciato un sequel di “Beverly Hills” ma Luke non aveva firmato il contratto perché troppo impegnato in un altro progetto. L’attore avrebbe garantito, però, la partecipazione eccezionale a qualche nuovo episodio.