Chiara Ferragni ha molto successo e guadagna molto. Questo, che piaccia o meno, è ormai innegabile. Ed è così che l’imprenditrice digitale, come lei stessa si definisce, fa quotidianamente parlare di sé, scatenando le malelingue.

Dopo le critiche da parte di Roberto Cavalli e Stefano Gabbana, l’ultimo a dire la sua su Chiara Ferragni è Flavio Briatore, in diretta a Non è l’Arena di Massimo Giletti. Quando Giletti gli chiede cosa ne pensi della Ferragni e soprattutto delle persone che hanno speso fino a 650 euro per seguire la sua Beauty Bites masteclass, dove dava consigli di bellezza e make-up, e potersi fare una foto insieme a lei, Briatore risponde senza mezze misure: “Voglio capire chi dà 650 euro a ‘sti deficienti”.

Poi aggiunge: “Trent’anni fa vendevano l’aria di Alassio dentro a una scatola. Questi non sono esempi di niente, io vorrei vedere un imbianchino, un ragazzo che è riuscito a fare impresa. Queste cose qui succedono a una persona, non puoi pensare che succedano anche a te”.

Flavio Briatore dunque non sembra avercela direttamente con Chiara Ferragni quanto coi follower e col sistema dei social media in generale: “Ti distolgono dal lavoro di tutti i giorni. Tutti sognano di diventare milionari senza fare un c***o, senza lavorare, la gente deve lavorare”.
E se il figlio Nathan Falco decidesse di comportarsi come i fan di Chiara Ferragni? “Gli do due calci nel sedere, uno per parte così lo bilancio”, conclude l’ex marito di Elisabetta Gregoraci. Il selfie su Instagram di Chiara Ferragni e Nathan Falco Briatore dovrà attendere.

Condividi su: