Papa Francesco ha deciso di incontrare Stephen K. Amos, che gli ha confidato di non sentirsi accettato dalla Chiesa come omosessuale. Ecco cos’ha risposto il pontefice:

“Chi rifiuta gli omosessuali non ha un cuore umano. Dara più importanza all’aggettivo ‘gay’ che al sostantivo ‘uomo’ non è buono. Siamo tutti esseri umani, abbiamo dignità, se una persona ha una tendenza o un’altra, questo non toglie la sua dignità di persona. Quindi ripeto che le persone che decidono di rifiutare le persone per l’aggettivo sono persone che non hanno un cuore umano. Non importa chi tu sia o come viva la tua vita. Tu non perdi comunque la tua dignità”.

A questo punto ci dobbiamo aspettare che il Papa inizi a combattere per i diritti LGBT? Ovviamente no, ma rispetto a quanto detto e fatto dai suoi predecessori, direi che questo è oro.

Condividi su: