Se in Italia ha fatto scalpore la bellissima storia di Luca Trapanese, gay single che ha voluto adottare una bimba down rifiutata in precedenza da sette famiglie, dallo Stato della Pennsylvania, negli USA, arriva una storia ancor più incredibile.

Steve Anderson-McLean e Rob Anderson-McLean hanno infatti adottato sei fratelli e sorelle, per anni in orfanotrofio perché nessuna coppia etero aveva mai avuto il coraggio di prenderli tutti assieme.   Carlos, 14 anni, Guadalupe, 13, Maria, 12, Selena, 10, Nasa, 9 e Max, 7, hanno finalmente trovato il sorriso quando Steve e Rob, insieme da quasi 20 anni, hanno scoperto la loro storia, decidendo di interessarsene in prima persona.

Ci siamo innamorati immediatamente. È stato molto semplice farli sorridere. Venivano da un brutto passato, una storia triste. Avevano subito abusi dai loro genitori naturali, è stato nell’autunno del 2017 che ai genitori hanno tolto la custodia. Il giudice ci ha chiesto: “avete capito che da questo punto in avanti sono i vostri figli? Sono come i vostri figli biologici?”. Ovviamente lo sapevamo, ma quando ho alzato lo sguardo e ho visto tutti quegli occhi, è stato molto emozionante. Non avremmo mai immaginato di essere così fortunati da averne sei. Dopo la prima settimana, già ci avevano chiesto di restare per sempre. Li abbiamo portati al parco e allo zoo. Abbiamo giocato in cortile. Era tutto nuovo per loro. Divertirsi era nuovo per loro. L’altra notte, Max, il nostro bambino di 7 anni, mi ha guardato e mi ha detto: “Sono stato adottato”. Io ho annuito e lui ha continuato: “Non potete disattotarmi, giusto?”. Ho dovuto rassicurarlo che sarebbe sempre stato nostro figlio.”

A loro affidati nel giugno del 2018, i sei fratelli sono ufficialmente diventati loro figli poche settimane fa. “Dopo 1.640 giorni di affidamento, famiglia Anderson-McLean. Giorno dell’adozione. 5-23-2019. E’ ufficiale, vorremmo introdurre in ordine da sinistra a destra….. Carlos, Nasa, Lupe, Maria, Selena e Max Anderson-McLean“, hanno scritto sui social.

Condividi su: