Cos’è il “Matrimonio Simbolico” ?

 Se avete sempre sognato un matrimonio super romantico, libero da convenzioni, dove i veri protagonisti siete solo voi due, il rito simbolico può fare al caso vostro.

Il matrimonio simbolico, come dice il nome stesso, è appunto un simbolo, che rappresenta la volontà di suggellare un’unione, con un rituale che non ha alcun valore civile, né giuridico, a differenza del rito religioso e civile.
Il rito religioso si celebra generalmente solo in chiesa (difficilmente la Curia lo permette al di fuori dei luoghi consacrati) e che, tramite la lettura degli articoli del Codice Civile alla fine della cerimonia, ha anche valore civile. Il matrimonio civile può essere celebrato solo nei luoghi autorizzati dallo Stato (municipio, ville o giardini) da un celebrante abilitato.

Il matrimonio simbolico, invece, non ha vincoli né restrizioni: è una cerimonia ad alto tasso di romanticismo, scelta da quelle coppie a cui magari non interessa firmare un contrattoma solo dare testimonianza del proprio amore attraverso un rito.

Chiunque può sposarsi con questo rito, anche le coppie LGBT o coniugi che vogliono rinnovare le proprie promesse di matrimonio.

Esistono alcuni rituali del matrimonio simbolico :

Come si celebra un matrimonio simbolico? Esistono diversi riti tra cui scegliere, indicato anche per coloro che desiderano rinnovare le promesse di matrimonio. Ecco i principali.

Rito della luce

Entrambi gli sposi reggono la propria candela accesa e poi insieme, ne accendono una più grande, che porteranno a casa, come simbolo di due fuochi che alimentano l’amore coniugale.

Rito della sabbia

Gli sposi versano in un recipiente comune delle sabbie di due colori diversi, simbolo di come due identità ne formino una sola. Il vaso comune rimane come ricordo da portare a casa.

Rito del calore degli anelli

Un rito molto toccante: gli anelli, contenuti in un sacchetto, vengono fatti passare di mano in mano tra gli invitati, di modo che ciascuno possa passare le proprie energie positive agli sposi, unite ai loro auguri. Alla fine, gli anelli giungono agli sposi, pronti per essere infilati ai reciproci anulari.

Rito dei nastri

In molti Paesi del Nord Europa, così come negli Stati Uniti e nel Regno Unito, questo rito è legale. Consiste nel legare ai polsi dei due innamorati dai 4 ai 13 nastri colorati, a simboleggiare la protezione dei quattro elementi naturali, aria, acqua, fuoco e terra) sulla loro unione fisica e spirituale.

Rito celtico

Questo rito si basa sull’unione degli sposi mediante i quattro elementi naturali – il fuoco, l’acqua, l’aria e la terra – secondo l’antico spirito celtico dell’anam cara, anima amica in gaelico, che dona alla coppia reciproco amore eterno e rispetto.

Rito della rosa

La rosa rossa è il simbolo per antonomasia dell’amore passionale. Gli sposi si donano reciprocamente un bocciolo, collocandoli in un vaso comune, a simboleggiare l’unione di due anime.

Rito dell’acqua

Simile al rito della sabbia, gli sposi hanno un bicchiere con acque di diverso colore, che versano poi in un recipiente unico, così che le tonalità si mischino, proprio come le loro anime e i loro cuori.

Rito del vino

In una scatola vengono poste due bottiglie di vino e delle frasi d’amore. Solo al raggiungimento del decimo anniversario gli sposi potranno aprirla. Perché l’amore vero è come il vino buono: invecchiando migliora.

 

La scelta dei simboli, all’interno della tua cerimonia, è importantissima.

I fiori, i colori, la musica, le persone che vi accompagnano all’altare, le decorazioni, la data del vostro matrimonio, del rito stesso del matrimonio diventano per te l’occasione di parlare una lingua che raggiunge il cuore e che non ha bisogno di spiegazioni.

Se qualcuno fosse interessato , può avere più delucidazioni cliccando sul sito qui sotto :

Celebrazioni simboliche e matrimonio simbolico

I Celebranti Simbolici Sergio Greco e Claudia Accardo ti sapranno dare tutte le informazioni di cui hai bisogno , fisseranno un appuntamento per discutere.

Celebrante Simbolico Sergio Greco

Celebrante Simbolico Claudia Accardo

Personalmente trovo che il matrimonio simbolico sia una trovata fantastica ed è perfetto per chi vuole una cerimonia sentita, senza muri di alcun tipo , originale e personalizzata. Se anche tra parenti e amici ci fosse qualcuno che storce il naso perchè pensa che si tratti di un matrimonio “finto”, avrà sicuramente da ricredersi quando parteciperà a una cerimonia così bella e particolare.

Condividi su: