La Coca-Cola è stata multata dalle autorità di regolamentazione ungheresi a causa dell’ormai celebre campagna pubblicitaria con coppie gay al suo interno. Pensata per il Budapest Pride, la pupubblicitàostrava coppie omosessuali che condividevano una Coca Cola. Apriti cielo.

Istvan Boldog, deputato ungherese, annunciò in piena estate una petizione per farla bandire. Passati due mesi, l’incredibile decisione. La Coca Cola è stata multata per500.000 fiorini ungheresi, ovvero 1.300 sterline. Briciole, per il colosso di Atlanta, ma è chiaro che a far rumore sia più che altro la repressione omofoba, la punizione nei confronti di una campagna semplicemente inclusiva.

L’ufficio locale per la protezione dei consumatori ha sottolineato come simili pubblicità dovrebbero essere vietate sulla base della “protezione dei minori”. In queste pubblicità, va rimarcato, non accade nulla, mostrando coppie che molto banalmente si abbracciano, sorridenti, sorseggiando una bibita gassata.

I funzionari di questo ufficio locale hanno accusato la Coca-Cola ungherese di violare le disposizioni della legge sulla pubblicità, ordinando alla società di cestinare immediatamente la campagna, perché “dannosa per lo sviluppo fisico, mentale, emotivo e morale di bambini e minori”.

Fonte Gay.it

Condividi su: