Venerdì 20 marzo, ore 11:00, in tutte le radio d’Italia Inno di Mameli e a seguire tre canzoni del patrimonio musicale nazionale.
Devo dire che tutto questo nazionalismo, per quanto contagioso e commovente, visto il difficilissimo momento che stiamo vivendo Coronavirus, un po’ mi inquieti. Sarà anche la grafica scelta per il logo ufficiale dell’evento, che sembra uscito direttamente dal ventennio fascista. Praticamente una FIAMMA TRICOLORE ma in salsa ungherese, visto l’incredibile errore della bandiera, che non è quella italiana. Dopo Emma, Barbara, Katy Perry. Non se ne esce.

Condividi su: