Ho saputo da poco che una delle grandi catene ad essere da anni vicino alla comunità LGBT con diverse iniziative contro l’omofobia è Starbucks.

Infatti l’azienda ha deciso di licenziare una barista di nome Betsy Fresse, che lavorava in uno degli Starbucks del New Jersey e che si era rifiutata di indossare una t shirt arcobaleno per il mese del Pride.

Le sue parole sono state:
Voi avete bisogno di incontrare Gesù. Dio ha creato l’uomo e la donna e il matrimonio è definito nella Bibbia come tra un uomo e una sola donna. Qualsiasi attività intima che ha luogo al di fuori di questo contesto è contraria alla mia comprensione dell’insegnamento biblico“.

I superiori di Betsy hanno deciso di licenziarla, infatti secondo loro non poteva più lavorare presso Starbucks poiché il suo comportamento non era conforme ai loro valori fondamentali.

Non so voi , ma io ho sempre amato la catena Starbucks da sempre e dopo questo gesto ancora di più.

Condividi su: